Incontri-Convegni

Incontri-Convegni sulla Cimice asiatica (Halyomorpha halys)

Nota E’ disponibile, on-line, il materiale in formato pdf riguardante il convegno su Halyomorpha halys del 6 febbraio 2016 e del workshop scientifico del 5 febbraio 2016. Collegamenti: workshop - convegno.   Fino al 18 marzo 2016, è disponibile la registrazione video-audio del convegno :arrow:

Sabato 6 febbraio 2016 – ore 09,00 CONVEGNO PUBBLICO
Organizzazione: Università di Modena e Reggio Emilia –
Dipartimento di Scienze della Vita
Titolo:
Halyomorpha halys: la cimice asiatica – un 2015 molto difficile, un futuro ancora incerto
Sede: Auditorium della Fondazione Marco Biagi, Largo M. Biagi n. 10 – Modenaa
Verranno presentate,
oltre ai risultati delle indagini su diffusione, biologia e monitoraggi in campo, le specifiche strategie di difesa per il 2016. La partecipazione è gratuita. Per essere presenti in Auditorium e avere la possibilità di assistere al dibattito, è necessaria l’iscrizione on-line entro le ore 10 del 5 febbraio a questo indirizzo (cliccare sulla freccia) :arrow:  Inoltre, sarà possibile seguire l’evento in diretta streaming collegandosi a TV UNIMORE     –    Il collegamento è previsto dalle ore 8.45.
PROGRAMMA :arrow:

Venerdì 5 febbraio 2016 – ore 14,00 WORKSHOP SCIENTIFICO
Organizzazione: Università di Modena e Reggio Emilia –
Dipartimento di Scienze della Vita
Titolo:
Recent trends in Halyomorpha halys research
Sede: Sala Conferenze del Tecnopolo, Pl.le Europa 1 – Area Ex Reggiane (uscita secondaria stazione FS) – Reggio Emilia
Il workshop intende essere un primo momento di confronto sulle più recenti ricerche relative a questo insetto. Oltre alle relazioni di ricercatori italiani, è prevista anche la partecipazione di Anne Nielsen (Rutgers University, NJ, USA) e Tim Haye (CABI, Svizzera). Chi fosse interessato a partecipare all’evento, può inviare un email a: lara.maistrello@unimore.it
PROGRAMMA :arrow:

Venerdì 27 novembre 2015 – ore 8,45 CONVEGNO
Titolo: Cimice asiatica in Piemonte. La situazione a due anni dalla prima comparsa.
Sede: Agrion (ex Creso), via Falicetto 24 – Manta (CN)
PROGRAMMA :arrow:

Sabato 26 settembre 2015 – ore 18 CONVEGNO
Organizzazione: Pro Loco di Pantianicco (Mereto di Tomba – UD) :arrow:
Titolo:
Nuova avversità fitosanitaria per il melo: Halyomorpha halys
Sede:
Casa del Sidro – Pantianicco (UD)
- Partecipa Lara Maistrello – Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia – con una relazione dal titolo: Halyomorpha halys, nuova minaccia per i frutteti: Biologia e danni della “cimice diabolica” in Emilia
Partecipa Gianluca Governatori – ERSA, Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, Servizio Fitosanitario e Chimico – con una relazione dal titolo: Halyomorpha halys in Friuli Venezia Giulia: un aggiornamento
PROGRAMMA  NON PERVENUTO

Mercoledì 18 marzo 2015 – ore 15,00 CONVEGNO
Titolo: Tecnologie convergenti per una frutticoltura sostenibile FruitSensor: presentazione del progetto
Sede: Centro Ricerche per la Frutticoltura, Manta (CN)
Segnaliamo l’intervento: Telemonitoraggio e naso elettronico per rilevare Cydia pomonella e Halyomorpha halys.  Luciana TavellaDipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari, Università degli Studi di Torino
PROGRAMMA :arrow:

Giovedì 5 febbraio 2015 – ore 14,00 INCONTRO
Organizzazione: FONDAZIONE FOJANINI :arrow:
Titolo:
Nuove avversità in viticoltura e frutticoltura
Sede:
Fondazione Fojanini di Studi Superiori, via Valeriana 32 – Sondrio
La globalizzazione e gli scambi commerciali in aumento hanno determinato negli ultimi anni un inevitabile incremento delle specie di insetti dannosi alle colture, importati accidentalmente nel nostro paese. Alcuni di questi sono presenti da qualche anno nella nostra provincia, altri sono ormai alle porte e non tarderanno ad arrivare.
La Fondazione Fojanini di Studi Superiori ha il piacere di invitarvi per il giorno giovedì 5 febbraio ad un incontro di aggiornamento su due insetti di recente introduzione in valle: il moscerino Drosophila suzukii, arrivato nella nostra provincia nel 2011, estremamente dannoso ai piccoli frutti, e la cimice asiatica Halyomorpha halys, giunta in nord Italia da pochi anni (sino ai confini della nostra provincia, a Colico) e pericolosa per diverse colture frutticole, con 300 potenziali piante ospiti tra cui melo, pero, ciliegio, susino, mirtillo e vite.
Partecipa Paride Dioli – Museo di Storia Naturale di Milano – con una relazione dal titolo: La cimice bruna-marmorizzata, Halyomorpha halys, una nuova minaccia per le colture frutticole e viticole
PROGRAMMA :arrow:

Venerdì 23 gennaio 2015 – ore 9,00 CONVEGNO
Organizzazione: CONDIFESA LOMBARDIA NORD-EST :arrow:
Titolo: Avversità emergenti in viticoltura e frutticoltura
Sede: Azienda Agricola Ferghettina – via Nigoline – Adro (BS)
Il particolare andamento stagionale del 2014 ha portato alla comparsa di diverse problematiche fitosanitarie nelle colture arboree. Oltre alle avversità classiche, nuovi insetti fitofagi sono in espansione sul nostro territorio e potranno trasformarsi in minacce nei prossimi anni. Per capire il reale pericolo di queste avversità ed imparare a riconoscerle, il Condifesa Lombardia Nord-Est ha organizzato un convegno il giorno 23 gennaio presso l’azienda “Ferghettina” di Adro.
Partecipa la prof.ssa Lara Maistrello – Università di Modena e Reggio Emilia – con una relazione dal titolo: Halyomorpha halys, un nuovo pericoloso parassita per fruttiferi e vite, in espansione nel Nord Italia
PROGRAMMA :arrow:     Presentazione prof.ssa Lara Maistrello  :arrow:

Mercoledì 10 dicembre 2014 – ore 18,00 INCONTRO
Organizzazione: CONSORZIO MONTENETTO :arrow:
Titolo: Un nuovo pericolo per le coltivazioni italiane: la cimice asiatica Halyomorpha halys
Sede: Palazzo Bocca, Piazza Mazzini 8 – Capriano del Colle (Bs)
Relatore: Livio Mola
Il Consorzio Montenetto vi invita a partecipare all’incontro informativo relativamente a un nuovo pericolo che incombe sulle coltivazioni italiane. L’incontro è aperto a tutti i produttori e/o a loro dipendenti.
La presentazione verte principalmente sul riconoscimento ed il ciclo del parassita e sulla necessità di un’attenta sorveglianza da parte di tutti, cittadini compresi (citizen science): il poterne monitorare la diffusione sul territorio è di fondamentale importanza per pianificare azioni di lotta e/o controllo efficaci.